ABC Scuole

“Le vite degli altri”. Gli studenti al Barberini, a trent’anni dalla caduta del Muro

76
CONDIVIDI

Una giornata di cinema per raccontare agli studenti di Roma e del Lazio la caduta del muro di Berlino e i suoi risvolti socio-politici attraverso le parole di due testimoni d’eccezione e la proiezione di un film epocale. La 10ª edizione di Cinema&Storia si conclude il 26 novembre 2019 con un ultimo grande appuntamento d’eccezione che vedrà la proiezione di Le vite degli altri, film di Florian Henckel von Donnersmarck, accompagnata e argomentata dallo storico Umberto Gentiloni e dal giornalista Ezio Mauro, attualmente in tour con il suo reading spettacolo Cronache del Muro.

Nell’anno in cui si ricordano i trent’anni della caduta del muro di Berlino, il progetto pilota di ABC – Arte Bellezza Cultura, promosso da Regione Lazio e Roma Capitale e finanziato dall’Unione Europea, propone così all’attenzione degli studenti degli istituti superiori di Roma e del Lazio una riflessione acuta e approfondita su un capitolo che, presente nei libri di storia, merita riflessioni profonde e condivise da alcuni dei massimi testimoni di allora.

La giornata inizierà con la proiezione di una pellicola del 2006, firmata dal regista di Florian Henckel von Donnersmarck, in grado di raccontare con intelligenza l’incubo spionistico-totalitario della Germania Est in un film epocale. Protagonisti: un capitano della polizia segreta tradito dalle proprie emozioni, uno scrittore amato a Est come a Ovest, un’attrice fascinosa su cui posa lo sguardo (e non solo) il ministro. Lo spaccato perfetto di un paese scomparso. Ma anche una potente metafora del Potere. Di ogni potere. Ieri e oggi, a tutte le latitudini.

Con la proiezione di Le Vite degli Altri di Florian Henckel von Donnersmarck, si conclude anche la decima edizione di Cinema&Storia che dal 2009 a oggi ha portato la grande cinematografia italiana e internazionale a 500 scuole, 1000 docenti, 22.500 studenti, con 100 grandi ospiti protagonisti del mondo del cinema e della cultura e donando alle scuole di Roma e del Lazio oltre 60 indimenticabili film.

Un traguardo importante, con un obiettivo virtuoso: raccontare agli studenti delle scuole superiori il Novecento italiano e non solo quello, attraverso le storie grandi e minute, le immagini, i protagonisti e gli interpreti del grande cinema italiano – che ha sempre saputo indagare con immaginazione e finezza rare il quotidiano degli italiani – ma non solo, è stato e continuerà ad essere l’obiettivo di Cinema&Storia anche in futuro.

CONDIVIDI