Extra

“Arf! Kids”, Roma 21-23 maggio Città dell’Altra Economia

174
CONDIVIDI

Prima delle Women In Comics a Palazzo Merulana (inizio anticipato al 28 maggio) inizia il 21, 22 e 23 maggio Arf! Kids alla Città dell’Altra Economia, variante dal vivo dell’Area Kids del Festival romano (coproduzione ARF! Festival-Comicon con l’appoggio di Regione Lazio e Lazio Crea), che fa riferimento proprio ai ragazzi e ai bambini, i primi entusiasti lettori dei fumetti.

Un grande evento, in totale sicurezza e gratuito, in cui assistere in presenza a “Storia, segni & disegni” e inoltre fare l’incontro di autori e disegnare dal vivo tra laboratori creativi, incontri, libri e letture, per merito delle librerie Giufà e Ottimomassimo.

Tra le esposizioni previste, a partire da “Il grande Gianni de Luca de Il giornalino”, nei trent’anni della morte del Maestro, con una fornita scelta di tavole originali provenienti da La trilogia Shakespeariana, Paulus e il Commissario Spada, in collaborazione con Il Giornalino delle Edizioni San Paolo. Inoltre, “Questa è una mostra con i disegni di Sio”, una vera “Sio experience” dedicata all’autore del manifesto di questa edizione di Arf! Kids e grande star del web molto apprezzata dai ragazzi.

Per concludere, “Tu-sai-chi-Dissennatori e Dissennatrici per Colui-che-non-deve-essere-nominato”, insieme di lavori inediti dedicati alla famosa saga di J.K. Rowling, a cui hanno contribuito più di trenta tra i più talentuosi autori del fumetto italiano, come Giacomo Bevilacqua, Pera Toons, Francesco Guarnaccia, Samuel Spano, Kalina Muhova Gloria Pizzilli, Martoz, Nova e molti altri. Tutti i lavori delle esposizioni saranno venduti e il ricavato sarà devoluto all’Ong impegnata nel salvataggio in mare di persone migranti.

Associato all’esposizione c’è anche un’iniziativa sperimentale e nuova, chiamata “Gianni De Luca e il fumetto in blockchain”, con lo scopo di mettere in relazione il fumetto con la tecnologia blockchain e realizzare la prima “tokenizzazione” di tavole a fumetti. Verranno infatti realizzati i token di tre lavori originali di De Luca provenienti da “Il commissario Spada” e dalla trilogia Shakespeariana.

La tecnologia blockchain, mediante la realizzazione di gemelli virtuali di lavori originali (i token), permette la protezione del diritto d’autore, una più sicura diffusione di informazioni e flussi normativi e un più funzionale uso anche comune di opere. Per merito dei non-fungible-token (NFT), il fumetto (esattamente come ogni altra forma d’arte) si potrà condividere, scambiare, riprodurre, diffondere in forma digitale preservando la sua unicità ma contemporaneamente facendo in modo che rimanga sempre preservato da tracciamenti certificati.

CONDIVIDI