ABCScuole

3 maggio 2005, piazza Fontana dieci anni fa. Ci scrive Carlo Arnoldi

126
CONDIVIDI

Cari Amici, 3 maggio 2005, una data che per molti non vuol dire nulla, non per noi famigliari delle vittime della strage di Piazza Fontana… Quel giorno di 10 anni fa la Cassazione di Milano metteva fine a tutti i processi sulla strage e dopo 36 anni non ci consegnava nessun colpevole per la stessa ma ci faceva addirittura pagare le spese processuali… come Associazione quel giorno ci siamo sentiti sconfitti lo Stato non era riuscito dopo tanti processi da Roma  a Milano ,Catanzaro, Bari poi di nuovo a Milano a darci una verità giudiziaria. Piazza Fontana non è esistita i 17 morti e gli oltre 80 feriti non hanno avuto giustizia.

 

Non sarà cos, la stessa sentenza riconosceva in Freda e Ventura di Ordine Nuovo di Padova gli organizzatori di tutti gli attentati avvenuti a Milano nel 1969 compresa la strage di Piazza Fontana, non più processabili in quanto già assolti precedentemente sia in Cassazione a Catanzaro che a Bari.

 

Catanzaro nel lontano 1979 tutti i componenti di Ordine Nuovo e Guido Gianettini agente segreto del Sid erano stati condannati  all’ergastolo, quindi quei giudici avevano visto giusto ma i tanti depistaggi hanno poi portato alla loro assoluzione.

 

Bene oggi dopo 10 anni trascorsi a portare la nostra testimonianza e almeno la verità storica soprattutto nelle Scuole e alle nuove generazioni possiamo dire che il nostro lavoro ha pagato, perché in questi anni sono usciti tantissimi libri sulla strage e sui responsabili, é uscito un film “Romanzo di una strage” di Marco Tullio Giordana e riscontriamo sempre un maggior interesse nei giovani che incontriamo e tanti hanno fatto tesi proprio sulla strage di Piazza Fontana, per noi una grande soddisfazione.

 

Un aiuto importante è stato sicuramente la messa in rete di tutti i processi riguardante la Strage, e di questo non possiamo non ringraziare Ilaria Moroni e Benedetta Tobagi che tanto si sono prodigati per questo.

 

Oggi abbiamo un’opportunità in più il protocollo firmato esattamente un anno fa con il Miur che sicuramente porterà ancora più visibilità alla nostra Strage e a tutte le vittime innocenti del terrorismo sia esso di destra che di sinistra in quanto la violenza non ha colore. Un sincero saluto a tutti quelli che quel giorno non l’anno dimenticato.

 

Carlo Arnoldi, Presidente Associazione famigliari Piazza Fontana 12 dicembre 1969