ABC Scuole Cinema&Società

Zingaretti inaugura Progetto ‘Scena’, nei locali dell’ex Film Studio a Trastevere

280
CONDIVIDI

Lunedì 7 giugno, ore 11.00, Diretta Facebook

Prosegue l’impegno della Regione Lazio per riconsegnare spazi culturali alla cittadinanza. Dall’esperienza unica dell’Associazione Filmstudio negli storici locali in via degli Orti d’Alibert a Trastevere nasce SCENA: Spazio, Cinema, Eventi e Nuove Arti. All’inaugurazione è presente il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

COSA È SCENA
È un centro di incontro e di scambio di idee che sarà dedicato al cinema, alla letteratura, alle arti, alla formazione, alla fotografia con una grande attenzione alla sostenibilità ambientale e sociale. Sarà animato da una programmazione intensa fatta di rassegne di cinema, rassegne tematiche sul fumetto e sul cinema di genere, masterclass, appuntamenti per i più piccoli, proiezioni dei film coprodotti grazie al bando Lazio Cinema International, presentazione dei festival di Cinema del Lazio, appuntamenti di formazione e di progetti con le scuole della Regione, mostre fotografiche e video arte.

LA PROGRAMMAZIONE
In occasione dell’inaugurazione viene proiettato il film “The ROSSELLINIS” di Alessandro Rossellini prodotto da B&B Film e distribuito da Nexo Digital alla presenza del regista; nella programmazione gratuita di giugno e luglio sono previste rassegne di Eleonora Danco e Susanna Nicchiarelli. Nella prima settimana ci sarà la rassegna di Daniele Vicari, con l’anteprima nazionale del suo ultimo film “Il giorno e la notte“, in onda su Raiplay dal 17 giugno. . Saranno proiettati i film vincitori del bando Lazio Cinema International, oltre allo spazio dedicato agli incontri della Città Incantata e all’animazione, all’incontro fra Cinema e Poesia con i poeti del Trullo. Dopo l’estate sarà la volta delle rassegne d’autore e d’autrice di Margareth Von Trotta, Giuliano Montaldo, Massimiliano Bruno, Ferzan Özpetek, Costanza Quatriglio, Gianfranco Rosi, e gli incontri letterari in collaborazione con AIE, ADEI, CEPELL e Librerie di Roma. Tra le mostre da giugno a settembre SCENA apre con quella dedicata al fumetto e alla Città Incantata, curata da Luca Raffaelli. La Città Incantata, meeting internazionale dei disegnatori che salvano il mondo, vive dell’incontro di artisti del fumetto, dell’animazione, dell’illustrazione e della street art a confronto con i loro diversi stili e universi. Questa mostra presenta le stampe dei disegni per le locandine delle diverse edizioni, i fumetti realizzati nelle residenze organizzate lo scorso anno e alcuni disegni e opere che gli artisti hanno realizzato nei giorni della manifestazione, interpretando in maniera diversa i temi della solidarietà e della pace. All’interno della mostra opere fra gli altri di Mark Osborne, Sio, LRNZ, Donato Sansone, Rita Petruccioli, Virgilio Vona, Eleonora Antonioni, Claudia Muratori, Zuzu, Martoz, Fabio Tonetto.

COME È NATO LO SPAZIO SCENA
La Regione Lazio, nell’estate del 2019, ha riacquisito in via definitiva, la disponibilità del bene, ed ora – tramite la propria società in house LAZIOcrea S.p.A. che opera, fra l’altro, nel settore della cultura ed ha già maturato un significativo expertise nella gestione e valorizzazione di alcuni immobili regionali come il Castello di Santa Severa ed il WeGIL, quest’ultimo proprio a Trastevere – ha progettato un modello gestionale, per riqualificare l’immobile e salvaguardare, promuovere e valorizzare il luogo e il lavoro svolto. Il progetto di ristrutturazione è stato realizzato dallo Studio Lococo. Lo spazio di Scena è suddiviso in una sala Cinema e audiovisivi e uno spazio polifunzionale per incontri e presentazioni con una caffetteria. La prima sala ospiterà 70 posti a sedere di cui 2 posti per persone con disabilità, concentrando le sedute in un unico settore centrale con passaggi liberi tutt’intorno di 90 cm minimo. Lo spazio caffetteria sarà uno spazio fluido e modulabile che potrà così essere adibita a piccola Sala per Conferenze e Presentazioni, come presentazione di libri, sala per eventi, incontri culturali e laboratori didattici. La Regione Lazio non intende assolutamente disperdere il prezioso patrimonio materiale e immateriale né l’esperienza culturale ed artistica svolta nell’immobile nel passato, e si propone di preservarla e svilupparla, consentendone una sempre più ampia fruizione pubblica.

I SOGGETTI COINVOLTI

SCENA avrà un comitato d’indirizzo gestito dalla Regione Lazio e LazioCrea e che vedrà coinvolti, per il momento, alcuni soggetti culturali: Associazione Filmstudio, Roma Lazio Film Commission, Officine Pasolini, Scuola Gian Maria Volonté, Fondazione Cinema per Roma, Luce Cinecittà, I.I.S.S. Cine-tv Roberto Rossellini, Anec, Anac e 100 autori.

Tra i soggetti che saranno invitati a un lavoro comune ci saranno: il Centro Sperimentale di Cinematografia, l’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, i Nastri d’Argento, la Cineteca di Bologna, RAI Cinema e RAI Movie, il Fondo Moravia, Doc.it – Associazione Documentaristi Italiani, ATCL, AAMOD, la Fondazione Roma Europa, il Cinema Aquila, Alice nella città, realtà del territorio come il Municipio I di Roma Capitale, il Cinema Nuovo Sacher, la Casa Internazionale delle donne, il Cinema America, la Comunità di Sant’Egidio, la Comunità Ebraica di Roma e altre realtà che vorranno essere coinvolte.

L’ASSOCIAZIONE FILMSTUDIO – A CURA DI FILM STUDIO
Il Filmstudio, oggi più vivo e propositivo che mai, dopo 53 anni lascia la sua sede storica di via degli Orti d’Alibert 1/c, dove, nel corso degli anni, sono stati presentati circa trentamila film, dove gli schermi si sono illuminati e animati centomila volte, per promuovere il cinema indipendente, sperimentale e d’autore.
Il Filmstudio non “abiterà” più nel suo spazio storico di Via degli Orti d’Alibert. La sua presenza rivoluzionaria e militante che ha fatto da apripista per gli altri cineclub romani e italiani e che ha dato impulso culturale a intere generazioni di cineasti e cinefili, oggi si trasforma in qualcosa di diverso. Il Filmstudio prende altre forme e altre strade.
“Il Filmstudio muterà”, presagiva Bernardo Bertolucci in un’intervista del 2015. Infatti, riparte dal suo luogo simbolo per trasformarsi in uno spazio di libertà itinerante. Libero e fiero nel segno della sua programmazione anticonformista.
Il Filmstudio continuerà a programmare rassegne ed approfondimenti in tutta Italia. Sarà ospite di Festival e Cinema con cui negli anni ha avuto la possibilità di collaborare. E rimarrà in parte anche in questo spazio, grazie alla Regione Lazio che ha pensato per il Filmstudio la presenza al tavolo di coordinamento che gestirà i locali della nuova realtà denominata “SCENA”, e dove il Filmstudio presenterà nei prossimi mesi propri progetti ed eventi.
Con questo impegno di collaborazione passiamo il testimone a una nuova realtà nel segno di un tempo che cambia come cambiano i processi culturali. A questo nuovo punto di aggregazione rivolgiamo il nostro più caloroso augurio per un percorso che di certo rafforzerà le tendenze culturali che Roma ha vissuto negli ultimi anni e che, con coerenza, questa scelta politica intende sostenere”.

Clicca sul Calendario di Scena per restare aggiornato sugli appuntamenti e consulta il sito: http://scenaweb.it/

Per prenotarsi: eventi@scenaweb.it

CONDIVIDI