ABC Scuole A spasso con ABC

A Spasso con ABC, sulle tracce di Ulisse tra #Formia #Gaeta e #Sperlonga

323
CONDIVIDI

La riviera di Ulisse tra Mito, Storia e Leggende

Gaeta, Sperlonga, Formia: il patrimonio della costa del Lazio protagonista di “A Spasso con ABC – Un altro Sguardo” promosso da Regione Lazio e Roma Capitale.

Ecco il racconto fotografico della due giorni.

 

 

Il 3 e 4 maggio 2018 saranno Gaeta, Sperlonga e Formia le nuove tappe di “A Spasso con ABC” viaggio inedito nel patrimonio ambientale, archeologico e culturale del Lazio, promosso da Regione Lazio e Roma Capitale e finanziato dall’Unione Europea, e attraverso il quale gli studenti degli istituti si muoveranno sulle orme di Ulisse, ripercorrendo la storia e il mito, toccando con mano le bellezze del territorio.

A Spasso con ABC – Un altro Sguardo è un percorso che, passando attraverso la spiritualità, l’antichità e le ricchezze naturali, propone agli studenti la possibilità di vedere, vivere e ascoltare da vicino le suggestioni che offrono alcuni scorci unici del territorio laziale narrati grazie ad accompagnatori d’eccezione, in grado di proporre ai giovani una nuova chiave di lettura storica, artistica e sociale, guardando alle grandezze del passato, per educare alla bellezza i cittadini del futuro.

L’appuntamento del 3 maggio partirà dal Santuario della S.S. Trinità o della Montagna Spaccata, al quale si accede attraverso una fenditura nella roccia causata, secondo la tradizione, dal terremoto avvenuto al momento della morte di Gesù Cristo. Si proseguirà poi “alla scorpeta” di Gaeta – potente città marinara medievale ed ultimo baluardo borbonico, il cui nome deriva da quello di Cajeta, la nutrice di Enea che la leggenda vuole sepolta lungo il litorale sul quale si sviluppa la città – con visita del quartiere medievale, tra scorci di grande fascino e monumenti di notevole importanza artistica quali il Castello Angioino-aragonese ed il Duomo con il suo particolare campanile di influsso arabo.

Narratore d’eccezione sarà l’attore peruviano Blas Roca Rey che accompagnerà i ragazzi nella visita alla Villa Romana di Tiberio a Sperlonga, caratteristico borgo marino arroccato su uno sperone del monte S. Magno. L’imperatore Tiberio, colpito dalla bellezza del paesaggio di Sperlonga, vi fece costruire una residenza per le sue vacanze: la sua villa si estendeva per oltre 300 metri e comprendeva anche un impianto termale e una peschiera, riservata all’itticoltura. Visita guidata, poi, anche all’annesso Museo Archeologico Nazionale, in cui sono esposti gli splendidi gruppi scultorei dell’ “Odissea di marmo” che decoravano la grotta-triclinio, in cui l’imperatore amava intrattenersi con i suoi ospiti.

Nato in Perù, figlio dello scultore peruviano Joaquin Roca Rey (1923-2004), Blas Roca Rey è attore teatrale, cinematografico e televisivo, tra i suoi lavori Facciamo fiesta (1997), regia di Angelo Longoni, Ecco fatto (1998) e Ricordati di me (2003), entrambi diretti da Gabriele Muccino, e La cena per farli conoscere (2007), regia di Pupi Avati.

A concludere la giornata sarà il Teatro dell’Oppresso che presenterà agli studenti la perfomance “Opus elevat hominem”.

Il 4 maggio sarà la volta di Formia, borgo marino che la leggenda identifica con la città dei giganti Lestrigoni, cantata da Omero nell’Odissea. Visita alla Tomba di Cicerone che svetta lungo la Via Appia, al quartiere medievale di Castellone con i resti del Teatro e al Cisternone Romano, imponente struttura del I sec. a.C., considerata una delle 4 cisterne più grandi d’Europa.

A chiudere la due giorni sulle orme di Ulisse,  la visita al Parco Regionale Suburbano di Gianola e Monte di Scauri: passeggiata naturalistica con guide del parco e visita archeologica ai resti della villa romana di Mamurra, ricchissimo cavaliere formiano, amico di Cesare.

A Spasso con ABC, iniziativa promossa dalla Regione Lazio con Roma Capitale nell’ambito del PORFSE Lazio 2014-2020/Asse III – Istruzione e Formazione/Obiettivo Specifico 10.1 e ideata e curata dal Progetto ABC Arte Bellezza Cultura, si rivolge alle scuole superiori di Roma e del Lazio.

CONDIVIDI