ABC Scuole A spasso con ABC

“In viva voce”. Proclamati i tre progetti vincitori del bando

157
CONDIVIDI
Proclamati i 3 progetti vincitori della prima edizione del bando
IN VIVA VOCE
Nuove tracce di teatro ragazzi
a cura di Emanuela Rea, responsabile programmazione Teatro ragazzi di ATCLNella serata di mercoledì 30 settembre la giuria formata da: Mario Bianchi, direttore di EOLO Rivista online di Teatro Ragazzi; Cira Santoro per ATER; Silvia Colle per ERT FVG; Tonio De Nitto, regista di Factory Compagnia; Emanuela Rea per ATCL, hanno proclamato i 3 progetti vincitori della prima edizione del bando IN VIVA VOCE – Nuove tracce di teatro ragazzi.
ATCL – Circuito Multidisciplinare del Lazio guidato dall’amministratore delegato Luca Fornari e diretto da Alessandro Berdini con questo bando intende sostenere a livello promozionale e distributivo 3 compagnie del territorio selezionate da una giuria di esperti, coadiuvata da un osservatorio interregionale formato da docenti, genitori, studiosi e psicologi coordinato da Casa dello spettatore.
Ai 3 progetti vincitori ATCL garantirà un cachet per il debutto dello spettacolo in uno dei teatri programmati nella stagione 2020-21, oltre scheda tecnica, comunicazione e promozione.In ordine rigorosamente alfabetico e non per graduatoria.
Viene assegnato un premio alla Compagnia Fuori Contesto con il progetto MIRRORS
Per essersi messi a disposizione dei ragazzi e delle ragazze attraverso un percorso di confronto ed incontro, come specchi per le loro esperienze e pensieri e per la volontà di restituire loro una forma in cui possano nuovamente rispecchiarsi non solo riconoscendosi, ma svelandosi. Per la ricerca e la scrittura corporea rispettosa dei corpi in crescita dei ragazzi, portati in scena con la stessa cura e delicatezza riservata ai loro pensieri e ai loro volti. Mirrors cerca una strada dove le opportunità offerte dalla tecnologia e dalla connettività digitale possano alimentare il confronto con gli adolescenti prima ancora che essere una risorsa artistica per la scena.

Viene assegnato un premio a Semi Volanti con il progetto SIAMO MOLTITUDINI
Per aver affrontato le ultime frontiere della scienza con una chiave leggera ma nello stesso tempo fortemente calata nell’attuale contesto pandemico. Scegliere di parlare del microbiota – entità sconosciuta ai più, su cui auspichiamo un maggiore approfondimento da parte della compagnia nello sviluppo drammaturgico – e contrapporlo al mondo dei virus come modelli sociali differenti, l’uno comunitario e l’altro individualista, risponde a una delle esigenze del Teatro Ragazzi di inventare storie che risuonino nell’esperienza dei suoi giovani spettatori stimolandone la curiosità e l’approfondimento. Inoltre, la produzione di uno spettacolo sostenibile, che gira in bici o in treno alla ricerca di realtà che adottano buone pratiche ambientali, pensiamo che sia un importante elemento di innovazione nell’attuale scenario teatrale.

Viene assegnato un premio alla Compagnia Teatro Viola con il progetto PARLAMI TERRA
Per aver posto al centro del progetto artistico la relazione con il pubblico, nutrendo la propria ricerca con una molteplicità di forme e linguaggi e con un pensiero estetico ed etico curato e profondo che ha nell’ascolto la sua dimensione principale. Parlami Terra tesse la sua relazione con l’infanzia- e più in generale con le persone – in modo sincero, cercando e definendo parole-corpo, parole-gesto, parole-suono, parole-voce, parole-oggetto prendendosi il tempo – lento – e lo spazio – piccolo – per cercare, trovare e, se necessario, lasciare. Insieme. La tecnologia dialoga con la materia concreta della danza, del canto, dell’oggetto e della musica per necessità e non come pretesto, accompagnando lo spettatore in un viaggio iniziatico che tutti condividono ma che ciascuno vive per sé.

Una menzione a Illoco Teatro per IL BAMBINO SENZA TELEVISIONE
Illoco Teatro, con “Il bambino senza televisione” porta avanti un progetto che sta cercando un equilibrio fra il massimo tecnologico del digitale e del video e il minimo tecnologico del suono, dell’oggetto e del corpo in scena. Fra l’esserci e l’immaginarsi. Fra la concretezza del suono e delle immagini e l’astrazione del sogno e della percezione. Un progetto interessante e prezioso, per molti versi necessario in questi tempi, che speriamo continui la sua strada di ricerca per arrivare ad una forma definita e coerente.

IN VIVA VOCE è rivolto a quelle compagnie che hanno come priorità l’elaborazione di percorsi artistici originali pensati appositamente per fasce d’età, ognuna con esigenze tematiche, poetiche e linguistiche ben precise e con un immaginario in continua evoluzione. La possibilità di sperimentare con i linguaggi dell’arte è quindi l’attitudine per meglio accompagnare i giovani spettatori nell’incontro con il teatro facendo di ogni esperienza un percorso di crescita personale e di scoperta dello stupore della visione. IN VIVA VOCE – nuove tracce di teatro ragazzi vuole stimolare le compagnie a pensare un ritorno in teatro, utilizzando questo tempo di sospensione per progettare e per sperimentare nuovi meccanismi di comunicazione e relazione con il pubblico che nutriranno il percorso di ideazione attraverso l’incontro sul web in dirette streaming sulla pagina facebook di ATCL. Da tutte le esperienze artistiche maturate in questo periodo sulle pagine social che noi tutti abbiamo condiviso, ATCL ha deciso di partire per creare un nuovo dialogo con le compagnie del territorio laziale ma anche con il pubblico, creando un ponte di condivisione artistica tra loro, che sfocerà in scena con 3 nuove produzioni.
ATER FONDAZIONE – Circuito Regionale Multidisciplinare dell’Emilia-Romagna, ERT Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia e Casa dello Spettatore sono partner del progetto.
Il grande riscontro ottenuto dalle dirette apre la strada alla sperimentazione di questa nuova modalità di dialogo e confronto anche ad altre discipline.
CONDIVIDI