ABC Scuole

“GiUSTO”, il nostro patrimonio tra cultura e gusto. il 14 al Cinema Barberini

214
CONDIVIDI

La proiezione di ‘Perfetti sconosciuti’ inaugura giovedì 14 febbraio il “Progetto GiUSTO – Cultura e gusto, il nostro patrimonio”, una nuova iniziativa destinata agli studenti delle scuole superiori promossa dalla Regione Lazio con Arsial a cura dal Progetto ABC Arte Bellezza Cultura. Un progetto che mette in relazione il patrimonio artistico e quello gastronomico, della Regione creando un link tra cucina e solidarietà. E trasformando in una lettura originale i temi del gusto in un percorso formativo, come dice il titolo, decisamente GiUSTO.

La prima giornata, il 14 febbraio, si apre con la proiezione del film di Paolo Genovese (2016), vincitore di numerosi riconoscimenti dal David di Donatello per il miglior film al Nastro d’Argento per la migliore commedia e per l’intero cast dei protagonisti. Tutti sanno come proprio Perfetti sconosciuti sia ormai un successo, anche internazionale, perché ha raccontato come il cellulare sia diventato la ‘scatola nera’ della nostra vita e dei rapporti più privati, un tema che propone mettendo in scena uno scambio tra vecchi amici proprio durante una banale serata a tavola. Nel corso della cena, tra una portata e l’altra, emergono segreti e bugie che li rendono persone molto legate da una sintonia e una confidenza ‘antiche’ improvvisamente estranee e perfino ostili tra loro, in uno scambio di rivelazioni che cambierà profondamente il gusto della serata…

Gli spunti del film saranno approfonditi con gli studenti grazie ad un incontro con il regista Paolo Genovese e l’attrice Kasia Smutniak, tra i protagonisti della pellicola, intervistati da Laura Delli Colli, Presidente dei Giornalisti Cinematografici Italiani anche alla guida della Festa del Cinema.

Intervengono: Alessandra Sartore, Assessore Programmazione Economica, Bilancio della Regione Lazio, Giampaolo Letta, amministratore delegato di Medusa Film, Antonio Rosati, Presidente di ARSIAL, Giovanna Pugliese, Progetti Speciali Regione Lazio.

Oltre al film l’esperienza degli chef

Il tema principale di questo primo evento – ovvero la tavola intesa come momento di convivialità e condivisione delle esperienze e delle emozioni – sarà affrontato anche da un altro punto di vista, grazie al racconto degli chef di Mazzo, Marco Baccanelli e Francesca Barreca. Mazzo, coraggioso progetto di ristorazione aperto nel quartiere Centocelle di Roma, ha una sala composta da un unico tavolo sociale per dieci persone. Anche grazie a questa singolarità, il progetto si è nel tempo affermato a livello nazionale e internazionale come case-history di successo, ottenendo riconoscimenti prestigiosi e sorprendenti.

Il percorso formativo, a cui hanno aderito circa 1500 studenti e 74 docenti, si snoda lungo una serie di appuntamenti che va da febbraio ad aprile, nel corso dei quali gli studenti degli Istituti Superiori incontreranno attori, registi, scrittori e chef, che racconteranno la propria visione del rapporto tra cibo e arte. L’iter progettuale culmina con un grande evento finale.

I prossimi appuntamenti dal Giallo mediterraneo alle Fate Özpetek:

Il percorso progettuale prosegue nel mese di marzo con Giallo Mediterraneo un incontro nel corso del quale scrittori e chef raccontano l’attaccamento al territorio di origine che si esprime attraverso il gusto e le scelte culinarie.  Ad aprile, per il terzo appuntamento, è prevista la proiezione del film Le fate Ignoranti (2001) di Ferzan Özpetek: la complessità dei rapporti umani viene raccontata attraverso la tavola e il cibo diventa espressione di bellezza, condivisione e ossessione.

IL CONTEST E I CANALI SOCIAL

Giusto lancia un concorso di idee a cui tutti i ragazzi sono chiamati a partecipare, per dare spazio alla creatività e valorizzare le proprie idee. Una call to action, attraverso la quale gli studenti degli Istituti Superiori, utilizzando diverse modalità espressive (video, foto, illustrazioni, etc.), danno forma ai propri progetti, ispirandosi alle esperienze affrontate durante gli incontri dal vivo.

Il concorso prevede l’assegnazione di tre premi:

Miglior Pratica Contro lo Spreco: gli studenti, attraverso un lavoro collettivo coordinato anche dagli insegnanti coinvolti nel progetto, raccontano azioni pratiche di solidarietà e idee virtuose per contrastare lo spreco alimentare;
Miglior Racconto Social, i ragazzi sono chiamati a produrre un contenuto ad hoc per raccontare sui social il rapporto tra gusto, etica, creatività e socialità;
Miglior Menu GiUSTO, gli studenti degli Istituti Alberghieri devono realizzare un menu a tema ispirato agli argomenti trattati nel corso del progetto Giusto.

I contenuti prodotti durante tutto il progetto saranno condivisi sul profilo ufficiali Instagram – @giustoculturaegusto – e sul gruppo Facebook www.facebook.com/groups/giustoculturaegusto e ed evidenziati attraverso l’hashtag #giustoculturaegusto

Sugli stessi account verranno inoltre pubblicate news, aggiornamenti, interviste e tanto altro.

Gruppo Facebook: giustoculturaegusto

Instagram: @giustoculturaegusto #giustoculturaegusto