ABC Scuole

L’incontro di Rosi con “Cinema&Storia” e il Progetto ABC. Nel 2012

822
CONDIVIDI

Ce lo ricordiamo bene l’incontro con Francesco Rosi. Correva l’anno 2012 ed era il 14 maggio. Alla Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, progettato dall’architetto Renzo Piano, andava in scena la giornata conclusiva della Terza Edizione del progetto “Cinema&Storia”, con la premiazione dei migliori lavori realizzati dagli studenti e dalle scuole dopo un anno scolastico fatto di duro lavoro, tra film visti e tanti incontri con i migliori protagonisti del nostro cinema. Rosi, il regista che ha reso grande il cinema d’inchiesta, entrò in sala con il suo passo un po’ lento ma un grande sorriso sul volto, andandosi a sedere in prima fila, a metà sala, tra gli studenti, per assistere in silenzio alla lettura da parte dell’attrice Donatella Finocchairo – su una base musicale curata da Lele Marchitelli – di alcune parti della sceneggiatura di Bellisima, il film di Luchino Visconti (1961), realizzata dallo stesso regista insieme a Suso Cecchi D’Amico.

Fu una visita davvero inaspettata, quella di Rosi. E venne salutata dall’applauso caloroso degli studenti e degli insaegnanti. Da pochi giorni Rosi aveva ricevuto la notizia che la Mostra internazionale del Cinema di Venezia aveva deciso di dedicargli il “Leone d’Oro alla carriera”. Rosi venne invitato a salire sul palcoscenico dell’Auditurium e colse l’occasione per congratularsi con la “lodevole iniziativa di avvicinare i giovani al cinema” e, in particolare, “a certi film storici, che vanno visti e da cui non si può prescindere”. “Ogni tanto – ha poi aggiunto l’anziano regista – bisogna far vedere ai ragazzi questi film storici, che sono non solo parte della storia del nostro Paese, ma sono anche parte della storia dei loro genitori. E in questo la televisione dovrebbe aiutare di più alla loro diffusione e trasmissione di quanto nella realtà faccia mostrandoli più spesso. Anche se so che in molti casi ci sono problemi legati ai diritti”. Una dichiarazione importante nei confroniti dell’iniziativa “Cinema&Storia”, fortemente voluta dal Presidente Nicola Zingaretti, che venne accolta da un’ovazione, con gli studenti che si sono alzati in piedi e l’anziano regista visibilmente commosso. Ecco, Rosi ci piace ricordarlo così, grati e riconoscenti per la sopresa che ci ha regalato e per le sue confortanti parole.

Nel corso della prima edizione di Cinema&Storia 2009-2010, il Progetto ABC ha inserito nel programma ben tre film girati da Francesco Rosi da far venere ai ragazzi: I magliari (1959), quindi Salvatore Giuliano (nella II^ edizione per l’anno scolastico 2010-2011) mentre per l’edizione di quest’anno di “Cinema&Storia” (la VI^ edizione, 2014-2015) gli studenti si confronteranno – tra gli altri film selezionati – con la visione di Le mani sulla città, film del 1963 che alla Mostra del Cinema di Venezia si aggiudicò il Leone d’Oro.