ABCScuole

Moravia, ecco i primi tre premi

247
CONDIVIDI

La giuria del progetto NEI LUOGHI DI MORAVIA – composta da Vins Gallico (scrittore), Cinzia Liberati (Segretaria di Edizione), Rossella Milone (scrittrice), Francesco Pacifico (scrittore), Herbert Simone Paragnani (Regista e sceneggiatore), Lorenzo Pavolini (scrittore e autore televisivo e radiofonico), Giovanna Pugliese (Coordinatrice del Progetto ABC) e Nour Melehi (Associazione Fondo Alberto Moravia) – dopo attenta valutazione dei contributi pervenuti il 14 maggio 2014 ha deliberato di assegnare:

 

3° Premio

 

UNA SCATOLA DI LIBRI E DVD OFFERTI DALLA FANDANGO E DAL PROGETTO ABC

 

Alla presentazione in powerpoint “Un selfie per Moravia” realizzata dalla I A indirizzo tecnologico dell’Istituto Michelangelo Buonarroti di Frascati, coordinata dalla professoressa Beatrice Landucci,  perché riesce a far intravedere la capacità di sentire il rapporto tra l’arte cosiddetta “alta” e la vita di tutti i giorni. Gli accostamenti fra le citazioni moraviane e le foto con amici e parenti mostrano che la letteratura può illuminare le cose di tutti giorni se si ha il coraggio di non trattarla come un animale imbalsamato, per giocarci liberamente.

 

2° Premio

 

UNA TELECAMERA FULL HD SONY OFFERTA DAL PROGETTO ABC

 

al video “Precisamente a te” realizzato dalla 4°C linguistico, dell’Istituto Leonardo Da Vinci di Maccarese-Fiumicino, coordinata dalla professoressa Alida Dell’Ascenza, per aver realizzato, pur con alcuni limiti tecnici – con un bianco e nero elegante e una modalità di racconto non scontata – un piacevole  omaggio a Moravia, in un cortocircuito temporale tra la Roma di oggi e quella Anni Trenta, ben coadiuvata da una scelta musicale che, citando Il Conformista di Bertolucci, ricrea un clima a metà tra film francese e quello dei Telefoni Bianchi.

 

1° Premio

 

UN NOTEBOOK HP OFFERTO DAL PROGETTO ABC

 

al racconto “L’Africana” scritto dalla 5°A dell’Istituto Leonardo Pisano di Guidonia, coordinata dalla professoressa Simona Zollo, per la qualità della scrittura, l’uso di una lingua e di situazioni talmente moraviane da aver sulle prime fatto dubitare la giuria intera che non si trattasse di un racconto misconosciuto dell’autore stesso!  L’inspiegabile passione del narratore verso Cesaretta, i dettagli psicologici descritti nei gesti e nei volti, la vivezza dei dialoghi con gli sfaccendati compari, il destino dei personaggi segnato da ingenuità e sotterfugi rinnovano l’impronta moraviana con abilità e adeguato umorismo, aggiungendo nuove pagine fuori dal tempo ai “racconti romani”.

 

Nel video, l’attrice Dodi Conti legge L’Africana, il testo che si è aggiudicato il primo premio.