ABCScuole

La strage di piazza Fontana raccontata ai ragazzi. Cassino, 11 marzo, con Arnoldi

152
CONDIVIDI

I Progetti per le scuole promossi dalla Regione Lazio attraverso il Progetto ABC Arte Bellezza Cultura non si fermano. Da Roma con Racconti in movimento (alla Sala Umberto il 23 e 24 febbraio) e Cinema&Società e il film Il capitale umano di Virzì (alla Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica, il 3 marzo), a Rieti con Cinema&Storia e Le mani sulla città di Francesco Rosi (Cinema Moderno, il 9 marzo), questa volta fanno tappa a Cassino. Con l’iniziativa Il terrorismo raccontato ai ragazzi.

Si parlerà della bomba da cui ebbe inizio la “strategia della tensione” che poi sfocerà nella lotta armata e nei cosiddetti “anni di piombo”. Si parlerà di Piazza Fontana con Carlo Arnoldi (nella foto di copertina), figlio di Giovanni, un commerciante di bestiame che quel 12 dicembre 1969 alla Banca dell’Agricoltura non ci voleva neppure andare, ma che all’ultimo venne convinto a raggiungere Milano da Pavia per incontrare un cliente varcando così fatalmente la soglia dell’istituto di credito appena pochi minuti prima dell’esplosione che provocò all’istante tredici vittime e oltre novanta feriti.

E poi ci sarà Giovanni Bianconi, il giornalista inviato del Corriere della Sera, esperto di fatti giudiziari che ha raccontato la storia di dieci grandi vittime del terrorismo, visti dalla parte delle famiglie, di ciò che hanno perso in termini di affetti e di come è cambiata la loro esistenza, in Figli della notte, un libro molto bello edito da Baldini&Castoldi. L’appuntamento è per le 9,30 di mercoledì 11 marzo all’Aula Pacis con le scuole di Cassino e della provincia che hanno aderito a questo specifico progetto. L’attrice teatrale Elisabetta Magnani leggerà parti dal primo capitolo del libro scritto da Bianconi, dal titolo Il Quadernetto giallo.

E ci saranno inoltre il sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone con l’Assessore alla cultura della città Danilo Grossi e il Consigliere regionale Marino Fardelli.

L’iniziativa è promossa dalla Regione Lazio attraverso il Progetto ABC Arte Bellezza Cultura nell’ambito di “Fuoriclasse” – Idee e Progetti per una scuola protagonista, in collaborazione con Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università della Regione Lazio e il Comune di Cassino. L’obiettivo specifico del Progetto è quello di tentare di colmare un vuoto di conoscenze e di informazioni storiche e anche di intepretazione dei fatti che le giovani generazioni hanno su un periodo lungo quasi vent’anni, a cavallo tra il 1969 e il 1988.

I “Progetti per le scuole” s’articolano in sei filoni di approfondimento che hanno per oggetto: Il Bene e il Male. Moravia, Calvino, Sciascia, ovvero tre scrittori dai destini intrecciati tra differenze e somiglianze; Resistenza in lettere, ideali, dolore, passione negli ultimi scritti inviati ai famigliari dai ragazzi che tra il ’43 e il ‘44 venivano condannati a morte. Progetti nuovi che s’aggiungono agli sperimentati Cinema&Storia e Cinema&Società – al vertice del gradimento di studenti e insegnanti -, Il terrorismo raccontato ai ragazzi e Racconti in movimento. Immagini, suoni e social, sulle realtà di scuola, città e lavoro, tra ciò che ognuna di esse è o si vorrebbe che fosse.

Storia, società, letteratura, forme della comunicazione, dell’espressione e della narrazione artistica sono elementi portanti di questi progetti, visti attraverso il cinema, i libri, le lettere, la fotografia, la musica e il web. Partecipano complessivamente al progetto Il terrorsimo raccontato ai ragazzi 32 scuole, 44 classi, 940 studenti di Roma e del territorio regionale

Le presentazioni della mattinata: parlano Stefania Sebasti per il Progetto ABC, l’Assessore alla Cultura del Comune di Casino Danilo Grossi, e Giovanni Bianconi, inviato ed editorialista del Corriere della Sera, autore di Figli della notte (Baldini&Castoldi).