ABC Scuole

La libertà è sacra. Viva la libertà

878
CONDIVIDI

Enrico Oliveri è uno scaltro e navigato politico di centrosinistra il cui declino sembra ormai inesorabile. Tutte le proiezioni lo vedono perdente alle imminenti elezioni ed il suo partito vuole scaricarlo. Decide così di scomparire: si rifugia in incognito a Parigi da una sua ex fiamma, Danielle, ora sposata con un famoso regista. Il panico serpeggia tra i suoi compagni di partito che non lo trovano più. L’unico a non perdersi d’animo è il suo braccio destro Andrea Bottini, al quale viene l’idea di sostituire il politico con suo fratello gemello, Giovanni Ernani, scrittore e filosofo sopra le righe che in passato ha dovuto subire delle cure psichiatriche. La sostituzione si rivela problematica da gestire ma porta delle piacevoli sorprese. È la trama di Viva la libertà film del 2013 diretto da Roberto Andò e tratto da Il trono vuoto, il suo romanzo d’esordio letterario.

Al Cinema Barberini di Roma 380 studenti delle scuole superiori di Ceccano, Colleferro, Formia, Frascati, Guidonia Montecelio, Montefiascone, Palestrina, Palombara Sabina, Rieti, Rignano Flaminio, Tivoli e Roma si sono dati appuntamento per vedere il film proposto dal Progetto ABC. E ne discutono con il regista medesimo, l’attrice Michela Cescon, il critico Fabio Ferzetti e il giornalista, organizzatore culturale e docente universitario Giorgio Gosetti.