ABC Scuole

70 docenti, 1.200 studenti. La due giorni con i “Progetti scuola Abc”

885
CONDIVIDI

S’è discusso di arte, di creatività, di forme dell’espressione artistica. Di come raccontare se stessi e la propria realtà. Di primi piani e contropiani, di sequenze sceniche, ma anche di come si inquadra una scena, con la camera e con la fotocamera e di cosa significa raccontare il mondo e la realtà con le immagini. In movimento o statiche. Di cos’è “un punto di vista fotografico” e se per fare fotografie o filmare la realtà si debba stare sempre con la macchina fotografica al collo o la telecamera in spalla.

S’è discusso con passione, per una intera mattina e metà pomeriggio alla Sala Umberto di via della Mercede al civico 50, nel cuore del centro storico di Roma, nella prima giornata in cui hanno preso il via gli incontri dei “Progetti per le scuole” targati Abc Arte Bellezza Cultura assieme a NUfactory e promossi dalla Regione Lazio con Roma Capitale. Progetto all’ordine del giorno: Racconti in movimento. Immagini, suoni, social.

S’è discusso con passione. Di cinema, fotografia, musica. Ma s’è discusso anche di parole. Di poesia e letteratura. Di come si esprimono i sentimenti e i punti di vista sul mondo e poi si mettono in musica. E di come si mettono in scena e si rappresentano le proprie pulsioni creative. Di come si scrive una canzone. Di metrica e non solo. Con tutor d’eccezione, come il regista Ivan Silvestrini, il fotografo Tommaso Bonaventura, il rapper Coez, che hanno raccontato ai ragazzi le loro discipline trasferendo le proprie conoscenze sulle tecniche specifiche. E con loro si sono anche confrontati rispondendo a numerose domande. A Silvestrini: «Perché hai fatto quell’improvviso cambio di piano-sequenza?» A Coez: «Che giudizio dai del mondo rapper?». A Bonaventura: «Come si fa a decidere cosa si vuole o si deve fotografare?» Curiosità, ma anche problemi veri che può avere un qualsiasi serio professionista nel corso dell’esecuzione del proprio lavoro.

Per realizzare i propri lavori, i tre tutor hanno comunque consigliato gli studenti di partire sempre dalla propria realtà, dai propri problemi «per raccontare prima di tutto voi stessi». Un buon approccio. Ora i ragazzi dovranno lavorare, mettersi in gioco. Mettere in gioco se stessi e la propria capacità espressiva e creativa, attraverso la produzione di video, foto, musica. A Scelta, ciascuno o in gruppo a seconda delle proprie inclinazioni. Incisivo, pregnante e molto stimolante anche il “discorso sull’arte” pronunciato dal Presidente della Commissione Cultura del Consiglio regionale del Lazio Cristian Carrara.

I “Progetti per le scuole” della Regione Lazio, a cura del Progetto ABC Arte Bellezza Cultura hanno preso dunque il largo. “Racconti in movimento. Immagini, suoni, social”, un percorso didattico progettuale sulle realtà più vicine al quotidiano dei ragazzi (scuola, città, lavoro) che si avvale dell’utilizzo di mezzi come la fotografia, la musica, i video.  Ovvero, “la scuola: quella che vivo, quella che sogno”; “la mia città: quella che amo, quella che detesto”; “il lavoro: quello dei miei, quello che vorrei”..

I tutor sono stati individuati e scelti per rispondere ad una necessità, quella di trovare professionisti in grado, ciascuno nel proprio settore, di attraversare generi e stili diversi, avendo come requisito l’attitudine alla trasversalità.

Scuola, città, lavoro sono realtà sensibili alle pulsioni, alle aspirazioni e alle necessità dei giovani che vivono nel territorio della Regione Lazio e che guardano all’Europa e alla contemporaneità.

Nelle due giornate hanno partecipato al progetto 70 docenti e 1.200 studenti provenienti da Roma e dal territorio del Lazio, e – in considerazione della forte richiesta di partecipazione – si è deciso di dividere l’iniziativa su due giornate così da esaudire il desiderio di tutte le scuole che hanno aderito e chiesto di poter partecipare.

Racconti in movimento si svolge nell’ambito di “Fuoriclasse” – Idee e Progetti per una scuola protagonista, in collaborazione con l’Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università della Regione Lazio, Roma Capitale ed è curato dal Progetto ABC Arte Bellezza Cultura con NUfactory.

[Nel video in apertura di questa pagina, le testimonianze dei tre tutor che hanno incontrato i ragazzi delle scuole romane e laziali alla Sala Umberto per la sezione Racconti in movimento. Immagini, suoni, social nelle giornate di lunedì 23 e martedì 24 febbraio 2015 parlando con loro di cinema, fotografia, musica. In ordine di apparizione, Ivan Silvestrini (regista, sceneggiatore), Tommaso Bonaventura (fotografo),Coez (rapper)].

La pagina Facebook https://www.facebook.com/Racconti-in-Movimento-342129499313934/

Pagina SoundCloud https://soundcloud.com/racconti-in-movimento.