ABC Scuole

“Spaghetti&Cinema”, nuovo progetto per gli istituti Alberghieri e del Turismo

764
CONDIVIDI

A scuola con il Gusto del cinema: è la nuova scommessa che il Progetto ABC lancia con Spaghetti&Cinema, dopo Cinema&Storia e Cinema&Società, per trasformare suggestioni e spunti del racconto cinematografico in un vero e proprio percorso che possa aiutare gli insegnanti e i loro studenti a trovare nuovi spunti di comunicazione e di riflessione scoprendo quanto un film a volte possa dire di più di tante pagine teoriche sui temi più squisitamente sociali.

Tre, per cominciare, i titoli prescelti per fare lezione di vita e di costume osservando come il cinema può raccontare la cucina e la tavola come strumento per esprimere solidarietà, convivialità, trasmissione del saper fare attraverso la condivisione dell’esperienza. Sono: La finestra di fronte di Ferzan Ozpetek,  Pranzo di ferragosto di Gianni Di Gregorio e Immaturi di Paolo Genovese,  titoli simbolici ma decisamente significativi, sul tema, in un mare di proposte che il cinema offre quotidianamente allo sguardo e alla riflessione degli spettatori. Ed è proprio da questi tre film che parte un progetto innovativo destinato agli studenti e ai loro insegnanti per dimostrare, anche attraverso il racconto critico di alcune sequenze, quanto sia importante il rapporto tra la tavola e i fornelli e lo schermo – oltre il divertimento o la commozione o una semplice osservazione della realtà di un ristorante, per esempio, che ogni sequenza può stimolare – per la formazione di chi, domani, si confronterà, dopo la scuola, con una brigata di cucina o con la socializzazione, la pazienza, a volte la comprensione e la solidarietà necessarie per affrontare, per esempio, l’esperienza di sala.

Il progetto Spaghetti&Cinema – destinato in particolare agli studenti e ai docenti degli istituti alberghieri e agrari del Lazio – nasce, per la prima volta, con lo scopo di valorizzare, anche attraverso la conoscenza del miglior cinema italiano e internazionale, il percorso di formazione non solo professionale ma culturale in ambito enogastronomico.
Ma anche per valorizzare la qualità dei prodotti e i sapori genuini del territorio della Regione Lazio  –  protagonista nel cinema  –  e di approfondire, al tempo stesso, con i retroscena di film anche le ragioni dei registi nella scelta di luoghi e situazioni.
Saranno dunque anche gli autori e i protagonisti ad intervenire nel dialogo con docenti e studenti,  attraverso alcune sequenze dei loro film, per dimostrare come nel cinema anche solo un fornello acceso, una semplice tavola imbandita o una ricetta particolare possano condire – arricchendola di piccoli segni di normale quotidianità o far riflettere sui grandi valori  – una semplice sequenza golosa.

Spaghetti&Cinema, che debutta oggi con il primo incontro seminariale con i docenti, inaugurando una formazione mai sinora dedicata attraverso il cinema ai valori che il Gusto è in grado di comunicare, nasce da una fortunata serie editoriale della giornalista Laura Delli Colli (Presidente dei Giornalisti Cinematografici Italiani ed esperta di cinema) che coordina i contenuti del progetto: da quasi quindici anni – tra racconto professionale di cinema e passione personale per la cucina – ha inaugurato un fortunato filone di approfondimento su questo tema. E spiega: “Il cinema è come sempre un grande laboratorio di idee ma anche un osservatorio unico di costume che inquadra, a volte, con una sola immagine, meglio di qualsiasi indagine sociologica cambiamenti e novità, abitudini e usanze,  sentimenti e passioni”.
Con i tre film selezionati quest’anno per cominciare, Spaghetti&Cinema, offre spunti di dialogo su cui costruire riflessioni più profonde: con La finestra di fronte di Ozpetek (2003) sul tema della trasmissione dei valori più artigianali e non solo anche in cucina, attraverso la memoria di generazioni tra loro diverse, in Pranzo di Ferragosto di Gianni Di Gregorio (2008), perché la cucina diventa tramite per esprimere solidarietà, con particolare attenzione ai sogni e ai capricci dei più anziani, infine con Immaturi di Paolo Genovese (2011), per dimostrare come e quanto disciplina e capacità di fare squadra in una cucina professionale siano la prima regola.
Sui tre film e sugli spunti suggeriti dal cinema italiano e internazionale con Laura Delli Colli un percorso collaudato nelle analisi di molti libri dedicati all’argomento, fino all’ultimo, non a  caso intitolato – per richiamare la tradizione del cinema ma anche della cucina italiana – Pane, film e fantasia che verrà distribuito ai docenti insieme al volume curato dall’ARSIAL Le eccellenze agroalimentari del Lazio.

Spaghetti&Cinema è promosso dalla Regione Lazio con ARSIAL – Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio, curato dal Progetto ABC Arte Bellezza Cultura in collaborazione con Roma Capitale, con la ludoteca tecnologico scientifica Technotown e Roma Lazio Film Commission.

Si ringraziano: Archimede Film, Fandango, Mustang Entertainment, R&C Produzioni, Warner Bros. Entertainment

SPAGHETTI&CINEMA – A scuola di gusto con immagini e ricette
Un progetto per le scuole ABC – Seminario per i docenti – Lunedì 7 marzo (ore 10.00) – Technotown – Ludoteca Tecnologica di Villa Torlonia,  Via Lazzaro Spallanzani 1/A

Lunedì 7 marzo – SEMINARIO PER I DOCENTI

PROGRAMMA
10.00 – Apertura lavori
Giovanna Pugliese (Coordinatore Progetto ABC Arte Bellezza Cultura

10.10 – Filmato introduttivo (18 m)

10.30 – I prodotti del Lazio
Antonio Rosati (Amministratore Unico ARSIAL Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio)

10.45 – Il progetto e focus sui film selezionati
Laura Delli Colli (Presidente Giornalisti Cinematografici Italiani)
– Immaturi
– La finestra di fronte con i produttori Tilde Corsi e Gianni Romoli
– Pranzo di Ferragosto con il regista Gianni Di Gregorio

12.30 – Conclusioni
12.45- Brunch