ABC Scuole

“Il Bene e il Male”. Il 29 con Ravera, Pavolini, Cescon. Alla Sala Umberto

742
CONDIVIDI

Tre grandi autori delle letteratura del Novecento, con al centro tre libri da far apprezzare agli studenti: Agostino(1945) per Moravia, Il Visconte dimezzato (1952) per Calvino, Il giorno della civetta (1961) per Sciascia, primo romanzo sulla mafia. Libri che, se messi a confronto con le diverse motivazioni e strategie letterarie dei loro autori, ci parlano di una rappresentazione complessa del Bene e del Male che passa anche attraverso i meccanismi del diventare adulti, la piena realizzazione di sé, la lotta per la legalità.

 

All’incontro di mercoledì 29 aprile alla Sala Umberto, (ore 10) partecipano la scrittrice e Assessore alla Cultura della Regione Lazio Lidia Ravera e Lorenzo Pavolini, autore radiofonico e scrittore. Legge passi dai tre autori l’attrice Michela Cescon.

 

L’obiettivo dei “Progetti per le scuole” è avvicinare e rendere familiare ai ragazzi “il gioco della letteratura”, scatenare il cortocircuito tra vita e rappresentazione, esperienza quotidiana e riflessione, divertimento e impegno. Si tratta di scrittori che con la loro prolifica produzione letteraria e il loro ruolo pubblico ci hanno lasciato un patrimonio insostituibile per capire da dove veniamo. Partecipano al progetto Il Bene e il Male. Moravia, Calvino, Sciascia: 39 scuole, 64 classi, 1.180 studenti di Roma e regione.

 

L’iniziativa è promossa dalla Regione Lazio attraverso il Progetto ABC Arte Bellezza Cultura, nell’ambito di “Fuoriclasse” – Idee e Progetti per una scuola protagonista, in collaborazione con Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università della Regione Lazio, Roma Capitale e Associazione Fondo Alberto Moravia.

 

“Gli anni della scuola sono quelli in cui si costruisce la coscienza critica degli individui e rappresentano, insieme, il momento decisivo per sviluppare un’identità collettiva. I racconti, scritti o per immagini, sono allora strumenti eccezionali per favorire questo processo di formazione” afferma il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, convinto sostenitore dei Progetti per le scuole targati ABC.